Diffusione di una cultura che combatta la violenza contro la donna

                                                                                             

DIFFUSIONE DI UNA CULTURA CHE COMBATTA  LA VIOLENZA CONTRO LA DONNA


Il percorso, come previsto dalla Convenzione sottoscritta, ha coinvolto 23 allievi e ha inteso:


1. Approfondire l’attività iniziata nell’anno scolastico 2016-2017 in occasione dell’incontro del 25 novembre 2016 al Cinema Aquila dal titolo “La violenza: reato capitale” curato dall’Associazione di Promozione Sociale “La scuola che verrà” all’interno della manifestazione “Se uccide non è amore” per la “Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulla donna” che aveva impostato un lavoro di analisi, indagine, riflessione e dibattito sulle cause sociali, storiche culturali della violenza sulle donne;

1.Suscitare una seria riflessione sul rapporto uomo-donna nella storia della cultura, attraverso la partecipazione a presentazioni di libri e incontri e dibattiti sul tema.


2.Promuovere un’immagine nuova del rapporto uomo-donna


Nel corso dell’ anno scolastico gli studenti hanno avuto la possibilità di conoscere e approfondire la tematica attraverso la lettura di testi informativi e narrativi e la partecipazione a convegni/dibattiti acquisendo:


1.gli elementi fondamentali degli aspetti sociali, storici, culturali, giuridici della tematica

2.competenze sociali di disponibilità all’ascolto e all’interazione con il diverso da sé

3.competenze di analisi critica dei rapporti uomo donna.


Gli allievi hanno letto:


Adriana Pannitteri  “Cronaca di un delitto annunciato” e seguito la sua presentazione.


Nella Biblioteca scolastica “Giuseppe Di Vittorio” dell’Istituto “Di Vittorio- Lattanzio” di Roma gli allievi hanno partecipato ai seguenti incontri e dibattiti organizzati dall’Associazione “La scuola che verrà”:


1.Presentazione del libro “Amore senza bugie” di Fulvia Cigala Fulgosi e Dorina Di Sabatino, L’asino d’oro edizioni , 19 dicembre 2017

2.Incontro Dibattito sul ’68 “Cinquant’anni di Sessantotto: un anno lungo mezzo secolo”, 09 marzo 2018

Durante gli incontri sono state presenti figure di vario ambito sociale e culturale: psichiatri e psicoterapeuti (operatori negli sportelli scolastici di varie scuole di Roma), testimoni, giornalisti, scrittori.


Temi di riflessione:

•la violenza non è insita nell’uomo;

•la cultura come fondamentale strumento di prevenzione della salute fisica e psichica;

•la famiglia come importante luogo di interazione affettiva e sociale dell’individuo;

•i prodromi del 75% delle malattie mentali insorgono in età adolescenziale.


ORE TOTALI SVOLTE: 24

                                                                                                                                                                                                         


Resta in contatto con noi  

info@lascuolacheverra.org